Crisi relazionali

I problemi di relazione sono uno dei motivi principali per cui il Tel 143 viene sollecitato. Un quinto dei colloqui riguarda le tematiche „relazioni in generale“ e „relazioni di coppia“. Aggiungendo la „solitudine“, tematica legata a problemi di relazione, la percentuale sale a un terzo di tutti i colloqui.
Le relazioni sono di importanza fondamentale nella nostra vita. Le rotture, le delusioni e le difficoltà in questo ambito sono causa di crisi più o meno profonde.

Cos'è una crisi?

Le crisi fanno parte della vita e la loro gestione richiede molta energia. Nel migliore dei casi sono un'opportunità di crescita. Ci vuole tempo e pazienza per riconoscere di essere in crisi e accettarlo. Non è cosa semplice nella nostra società, caratterizzata dalla fretta e dai contatti superficiali riassumibili nei molti „tutto bene?" e „ci sentiamo...". Anche chi dispone di una buona rete sociale sperimenta che gli amici per un certo tempo ascoltano, danno qualche buon consiglio o raccontano la propria esperienza, ma quando la crisi dura più a lungo e per l'ennesima volta espone lo stesso problema, difficilmente gli mostrano comprensione. Ciascuno di noi può andare in crisi per i motivi più diversi, quali, per esempio, una separazione subita, un licenziamento, una diagnosi medica infausta o altro. Generalmente possediamo sufficienti risorse per affrontare questi problemi con l'aiuto della nostra rete sociale o chiedendo sostegno a qualcuno per un breve periodo. La situazione è diversa quando ci rendiamo conto che le relazioni falliscono sempre secondo lo stesso schema. Solo con l'aiuto di uno specialista si possono scoprire le cause di questa ripetizione.

Come sosteniamo qualcuno in crisi?

Le persone in crisi hanno spesso già provato in un modo o nell’altro ad affrontare la situazione, ma i sentimenti di collera, impotenza, sofferenza ecc. vengono a galla sempre più frequentemente e incidono negativamente sul modo di pensare. Alcune persone rimuginano i pensieri in continuazione, non vogliono o non arrivano a capire come mai questo capiti proprio a loro. Altre reagiscono accumulando tensioni interne, irritazione, tristezza o aggressività.

Quale tipo di sostegno offriamo a una persona in crisi?

È importante accogliere la persona in crisi con le sue emozioni del momento. Non si tratta di trovare soluzioni, ma di rimanere presenti nel qui e ora. Comprensione e empatia sono l’aiuto più efficace e permettono all’interlocutore di tranquillizzarsi. Potrà così cominciare a riflettere. Solo chi è in grado di riflettere sul proprio problema può trovare col tempo la soluzione migliore. Noi possiamo aiutare le persone in crisi infondendo loro la fiducia in se stesse. Spesso hanno già avuto altre esperienze in passato e sanno cosa farebbe loro bene in questo momento. I volontari al telefono possono servirsi di queste informazioni per costruire il colloquio. Le persone in crisi vanno rese consapevoli che la crisi è un processo molto incisivo, che richiede tempo per essere risolto. Il nostro compito è di accompagnarle in questo percorso.

_____________________________________________________

Tornare al colloquio crisi relazionale



Due mani, formando una conca, si appoggiano in un altro copia di mani che forma la stesso figura.