Corso base

Il colloquio d'aiuto telefonico

"Gli individui hanno in se stessi ampie risorse per auto-comprendersi e per modificare il loro concetto di sé, gli atteggiamenti di base e gli orientamenti comportamentali. Queste risorse possono emergere quando può essere fornito un clima definibile di atteggiamenti psicologici facilitanti." (Carl Rogers)

Il Colloquio di Aiuto trae origini dal lavoro di Carl Rogers (1902 - 1987), psicologo statunitense, fondatore della terapia non direttiva e studioso di counseling e psicoterapia all'interno della corrente di Psicologia Umanistica.

Il Colloquio di Aiuto è un momento di incontro, di ascolto e di comprensione. Si comprende il problema nei termini in cui si pone per quella particolare persona in quel particolare momento. Si aiuta la persona affinché possa operare un adattamento personale a una situazione verso cui non è riuscita ad adattarsi normalmente.





Una mano aperta che fa scivolare dei semi sul terreno, preparato per la semina.